Il Festival

Per raggiungere una dimensione extrasensoriale capace di tradurre in cinema il senso di meraviglia.

SETTIMO SENSO Festival Internazionale di corti cinematografici è un macro-progetto ideato e diretto da Arianna Di Tomasso.

SETTIMO SENSO è un progetto plurisettoriale e multidisciplinare, con i seguenti obiettivi:

  • Contribuire al processo di integrazione, soprattutto tra i giovani, sensibilizzando gli studenti ad una nuova visione e prospettiva didattica ed educativa.
  • Incoraggiare un approccio per un settore considerato ancora di nicchia.
  • Stimolare la condivisione e l’interazione, alimentare la conoscenza e l’interesse di una dimensione nuova nella sua complessità e nelle sue opportunità.

La peculiarità del progetto è quello di far risuonare, nello scenario nazionale ed internazionale, il dinamismo e l’effervescenza della cinematografia all’insegna della relazione e dell’apertura al nuovo e all’altro, dando sempre maggiore visibilità al settore dei corti cinematografici.

Il bando di concorso, in scadenza il prossimo 1° marzo, è aperto a registi professionisti, alle scuole di ogni ordine e grado, e ai creativi esordienti.

I corti dovranno essere in formato MP4, e dovranno avere una durata massima di 20 (venti) minuti.

I lavori saranno sottoposti alla valutazione di una Giuria tecnica che, nel corso delle passate edizioni, ha annoverato illustri partecipanti: Giampaolo Vallati, Fabrizio Procaccini, Franco Mannella, Oscar Buonamano, Francesco Crivellini, Domenico Galasso, Simone D’Alessandro, Claudio Angelozzi, Fabrizio Masciangioli, Peppe Melizzi, Gigliola Edmondo, Giovanna Di Lello, Federica D’Amato, Francesca Ferretti.

In questa quinta edizione in cui sono stati iscritti 2350 cortometraggi da tutto il mondo, la Giuria degli Esperti è composta da quattro docenti del Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo: Rossella Di Federico, Gabriele D’Autilia, Andrea Sangiovanni e Massimiliano Palmiero, Enrica Majo giornalista inviata del Tg1, Silvia De Felice, responsabile dell’offerta di Arte e Letteratura di Rai Cultura, i registi Stefano Chiantini e Pierluigi Di Lallo e il giornalista de Il Messaggero e poeta Fabio Barone.

SETTIMO SENSO ha ricevuto il patrocinio del Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Teramo.

Inoltre ha creato una partnership con UEAM (Ufficio Europa Area Metropolitana) di Pescara, da cui è scaturito un Progetto Formativo sotto l’egida della Commissione Europea attraverso il Programma Culturale Europeo EUROPA CREATIVA, di cui SETTIMO SENSO fa parte nella sezione MEDIA.

La manifestazione di premiazione del concorso si terrà il 24 e 25 maggio 2024, presso il Cinema Arca Multiplex di Spoltore (Pescara).

Le tematiche oggetto del bando di concorso sono:

UTOPIA/DISTOPIA

Esplorazione delle visioni ideali o catastrofiche del futuro, offrendo spunti riflessivi sulle sfide e le speranze della società.

POSTUMANO

Indagine sulle trasformazioni dell’essere umano, esplorando il confine tra natura e tecnologia e le possibili evoluzioni della specie.

ONIRICO

Esplorazione di mondi onirici e surreali, incoraggiando i registi a dare vita a narrazioni e visioni fuori dagli schemi convenzionali.

MURI CHE DIVIDONO IL MONDO

Riflessione sulla realtà dei confini fisici e simbolici, esplorando come tali muri influenzino le relazioni umane e sociali.

TRA STORIA E IMMAGINARIO

Intreccio di narrazioni che combinano elementi storici con dimensioni immaginarie, offrendo una prospettiva unica sull’interpretazione della storia.

LA DIVERSITA’ E’ UGUAGLIANZA

Tematica che celebra la ricchezza delle differenze umane, promuovendo un messaggio di uguaglianza attraverso la potenza narrativa e visiva dei cortometraggi. Un’esperienza cinematografica che sfida pregiudizi ed abbraccia la diversità in tutte le sue forme.

CIBUS ET VINUM

Esplorazione delle relazioni umane attraverso il cibo ed il vino, riflettendo sulla cultura gastronomica e il suo impatto sulle nostre vite.

MENS SANA IN CORPORE SANO

Esplorare il connubio tra mente e corpo, focalizzandosi su storie che rivelano la connessione tra benessere fisico e mentale.

CITTADINI DELL’EUROPA E DEL MONDO

Narrare storie di individui che superano le barriere geografiche e culturali, promuovendo una identità di cittadinanza globale ed interconnessione, con particolare attenzione agli italiani all’estero.

IL SENSO DI MERAVIGLIA

Invitare i registi a catturare l’essenza del meraviglioso, ispirando gli spettatori attraverso storie che celebrano la bellezza e la continua sorpresa della vita.

Le categorie premiate saranno:

  • OPERA PRIMA (per Esordienti)

Premio in denaro di 1.000,00 euro al primo classificato

  • CORTO ITALIANO

Premio in denaro di 1.000,00 euro al primo classificato

  • CORTO INTERNAZIONALE

Premio in denaro di 1.000,00 euro al primo classificato

  • CORTO SCUOLE

Premio in denaro di 1.000,00 euro al primo classificato

  • CORTO REALIZZATO CON AI ART

Premio in denaro di 1.000,00 euro al primo classificato

  • SPOT PUBBLICITARIO IN COLLABORAZIONE CON LE AZIENDE SPONSOR

Premio in denaro di 1.000,00 euro al primo classificato

SETTIMO SENSO Festival Internazionale di corti cinematografici è inserito tra le iniziative culturali dell’Associazione Amici della Biblioteca Alessandrina di Alessandria d’Egitto.

Nel 2013 ha partecipato alla Fiera dei Balcani a Mostar, in Bosnia Erzegovina, la più importante fiera economica dei Balcani, rappresentando la Regione Abruzzo nel campo della cinematografia dei cortometraggi, e al Forumed, Forum dei Paesi del Mediterraneo, a Pescara.

SETTIMO SENSO Festival Internazionale di corti cinematografici è ricompreso nelle iniziative culturali regionali emergenti promosse nel 2014, 2015 e 2016 dalla manifestazione internazionale “Abruzzo verso EXPO” (AvE), organizzata dal WYLFORD Consortium di Milano, in collaborazione con l’Istituto di Ricerca e Formazione sul Medialismo e l’Economia Culturale di Milano (MEDEC Institute) e l’Accademia di Belle Arti di Brera.

In sintesi, il progetto SETTIMO SENSO Festival Internazionale di corti cinematografici è un catalizzatore per la crescita culturale ed economica dei territori di riferimento, fornendo una opportunità unica di promozione a livello locale, nazionale ed internazionale.

Nel dettaglio, il progetto SETTIMO SENSO Festival Internazionale di corti cinematografici ha la capacità di generare le seguenti finalità:

  • PROMOZIONE TURISTICA

Attraverso l’organizzazione di un festival cinematografico di prestigio, è possibile attrarre visitatori da tutto il mondo, promuovendo la bellezza paesaggistica, e offrendo un’esperienza culturale unica.

  • CRESCITA ECONOMICA

L’afflusso di visitatori, registi, attori ed appassionati di cinema può generare e stimolare l’economia locale, con benefiche ricadute economiche su strutture alberghiere e ricettive, ristorative, ed altre attività commerciali.

  •  RISONANZA MEDIATICA

Il Festival è in grado di attrarre l’attenzione mediatica nazionale ed internazionale, accendendo sulla città i riflettori, e aumentandone la visibilità come destinazione culturale e turistica.

  • CRESCITA CULTURALE

Il Festival è elemento strutturato per contribuire alla crescita culturale della comunità, offrendo una piattaforma per esplorare e celebrare il cinema, incoraggiando l’interesse e la partecipazione nella produzione cinematografica.

  • COLLABORAZIONI CULTURALI

La realizzazione del Festival attiverà collaborazioni culturali con altre città, nazioni, organizzazioni cinematografiche, creando legami duraturi e promuovendo l’interscambio di conoscenza e culture.

  • ATTRAZIONE DI TALENTI

Il festival sarà elemento attivo per attrarre talenti emergenti nel campo del cinema, offrendo un palcoscenico unico per la presentazione dei lavori realizzati e per il collegamento dell’industria cinematografica con altri settori dell’economia di sistema.

  • PROMOZIONE DI TEMI LOCALI

Attraverso la selezione di film che affrontano temi locali o questioni rilevanti per le comunità di riferimento, il Festival contribuirà ad attenzionare e sensibilizzare l’analisi, il pensiero critico e l’acquisizione di consapevolezza su questioni specifiche e stimolare il dialogo sociale.

  • IMPATTO CULTURALE DI LUNGO TERMINE

I benefici effetti del Festival produrranno una economia sociale circolare, ispirando la produzione e la fruizione di opere cinematografiche locali, e contribuendo a consolidare l’immagine culturale della città, della regione, della nazione di riferimento.